SEVEN, K35ArtGallery, Moscow

9 FEBBRAIO 2016 – 31 MARZO 2016 

Alla fine del 2015 Art Gallery “K35” ha celebrato il suo 7 ° anniversario. Come parte della mostra “7”, programmata per il giorno del compleanno, ci troviamo insieme nella sua storia, immergendosi nell’atmosfera degli spazi per eventi “K35”. Il pubblico sarà di nuovo in grado di esaminare il “mondo parallelo” di Luciano Ventrone, per immergersi nella misteriosa atmosfera di una serie di opere grafiche “mantra” di Omar Galliani, o di essere in una ragnatela da fiaba in movimento di Christine Sur.

Sette artisti provenienti da diversi paesi – Italia, Francia, Germania, Danimarca, Stati Uniti d’America. Sette storie diverse, ognuna delle quali è scritta da sua scrittura a mano unico, riempito con le sue immagini riconoscibili. Sette mostre di Art Gallery “K35”.

La base di dipinti dell’artista italiano Luciano Ventrone , in cui l’autore, di solito cattura la composizione di frutta e fiori – oggetti reali e spazio astratto. L’artista li trasferisce al web con grande attenzione ai dettagli e sottili sfumature di luce e ombra, ereditando la tradizione di Caravaggio e altri classici della pittura realistica. Secondo i critici d’arte italiani, galleristi e curatori, Ventrone è uno dei rappresentanti più importanti di iperrealismo contemporanea.

 Omar Galliani – un classico riconosciuto di arte moderna italiana. Secondo il professore di scienze storiche, storico dell’arte Olga Muromtseva, “fluenti tecniche del disegno classico e il più alto livello di abilità per rendere possibile il confronto fra artisti: Galliani e il Rinascimento”. Una delle opere di questo singolare artista-grafico – “Nocturne” – nel 2008 è stata acquisita dalla collezione della Galleria degli Uffizi di Firenze, che detiene molte delle opere originali di Leonardo da Vinci. Al centro della creatività di Galliani c’è sempre la donna. La sua bellezza, la spiritualità e serenità ispirate dall’energia dell’artista in grandi opere realizzate durante la sua carriera.

Paesaggi del artista berlinese Franziska Klotz iniziato ictus aperto intensivo, parlare di desiderio dell’autore di trasmettere liberamente emozioni vissute. La sua mistica funziona se non c’è fuoco, l’immagine come se circondato da una luce soffusa. Allo stesso tempo, vi è una schiacciante senso di immediatezza di ciò che sta accadendo. Abilmente giocando toni e effetti di luce, Franziska Klotz crea quadri che hanno un forte impatto emotivo.

Un altro maestro di arte moderna italiana – Giovanni Lombardini – maestro unico e raro, un vero intenditore di bellezza. Il suo lavoro – è scoperte sperimentali nel campo del colore, luce e riflessi. L’artista lavora in varie tecniche, utilizzando materiali non tradizionali, creando una superficie lucida che assomigliano fotografie con riflessi di luce. Di fronte alla potenza di lavoro Lombardini, ci sentiamo vulnerabili, a causa della loro vitalità e tremenda energia.

Nelle opere dell’artista britannico foto Gina Soden – affascinante, spaventoso e, allo stesso tempo, il meraviglioso mondo di edifici abbandonati. Rappresentare i corridoi, una volta vivace, ha perso i suoi ex sale del palazzo lucentezza, stabilimenti industriali abbandonati, l’autore esplora la bellezza bordo, decadenza e nostalgia.

Motion Picture artista insolito da Danimarca Christine Sur – come i cartoni animati di diverse scene successive di sviluppo nel divertente, e, a volte – una storia incredibile. Un tocco delle mani dello spettatore – e l’immagine prende vita, che racconta la storia dall’inizio alla fine. Christine lavora senza guardare movimento come un modello “normale” in cornici d’epoca baguette. Tuttavia, grazie ad un meccanismo antiquata fatta in casa per cui “Poiché” ogni opera, lo spettatore un’opportunità per rilanciare i caratteri sull’altro lato del vetro.

L’uomo leggenda, una volta ribaltato tutto il mondo dell’arte moderna – Andy Warhol – diventare un simbolo di un’epoca e il fondatore della direzione di “pop art”. All’inizio della sua carriera, essendo illustratore maggiori riviste di moda a New York – “Vogue” e “Harper Bazaar”, Warhol ha lavorato con la tecnica «cancellato line»: ha disegnato schizzi a matita su carta impermeabile, tracciò i contorni del inchiostro, e tutto questo in bagnato stampato su un foglio di carta assorbente. Le linee sono state preparate come se frettolosamente scarabocchiato, spontanea. Trasformare questa tecnica unica nel processo di stampa offset, ha creato una serie Fine Edizione limitata – “In un angolo lontano del mio giardino» (nel fondo del mio giardino , 1956) e “Il Libro d’oro» (A Gold Book, 1957), con un’applicazione scritta a mano di vernice , l’uso di oro e iscrizioni fatte da sua madre, Julia Warhola. Nel 1975, Warhol ha creato di stampa “Signore e signori”, sulla base del disegno, non le foto che Madzotta Fondazione ha pubblicato una edizione di 250 copie nello stesso anno …

http://www.k35artgallery.com/