Resistenza e Arte: pittura partigiana

Sabato 14 marzo alle 18 ai Chiostri di San Domenico inagura la mostra organizzata da Istoreco, Anpi e dal progetto A.R.S. (Art – Resistance – Shoah)

„Resistenza e Arte“ insieme a Reggio Emilia, fra pittura partigiana e arte contemporanea

Reggio Emilia, 11 marzo 2015 – Resistenza e Arte intrecciate insieme. A Reggio e a Correggio. Per ispirare grandi artisti di ieri come di oggi, e per fornire un linguaggio utile a raccontare la lotta e il dolore. Un linguaggio usato dagli stessi partigiani, e dai loro parenti, a volte „semplici amatori“, per descrivere anni cruciali e intensissimi.

Sabato 14 marzo inaugura a Reggio Emilia la prima sezione di „Resistenza e Arte“, una proposta realizzata per il 70esimo anniversario della liberazione da Istoreco assieme a Anpi Reggio Emilia, i Comuni di Reggio e di Correggio e numerosi altri partner.

Un percorso importante per avviare la riflessione sul „post 70esimo“, curato da A.R.S. (Art – Resistance – Shoah), il nuovo progetto internazionale per la memoria della Shoah e della Resistenza attraverso le arti visive, sostenuto da Istoreco e condotto da Salvatore Trapani e Elisabetta Del Monte.

„Resistenza e Arte“ si snoda in due percorsi, che si uniscono nella data simbolo del 25 aprile. Il primo, „Pittura Partigiana“, inaugura sabato 14 marzo ai Chiostri di San Domenico, in via Dante a Reggio. È dedicato alle opere artistiche realizzate dagli stessi partigiani, dai loro parenti, da amici, da appassionati che hanno voluto omaggiare quegli anni fatali. E decisivi per la nostra storia. Vi si potranno incontrare tante storie, grandi e minute, di amore, di affetto, di memoria. L’esposizione rimarrà aperta sino al 25 aprile ai Chiostri di San Domenico. A ingresso gratuito, sarà aperta dal martedì al sabato dalle 9.30 alle 13 e dalle 15.30 alle 19, e alla domenica dalle 10 alle 18. È figlia di un grande lavoro di ricerca che ha coinvolto la Delmonte e Trapani, Istoreco, Anpi, tante realtà reggiane e nazionali che si occupano di memoria e soprattutto tanti abitanti del nostro territorio.

Il primo appuntamento è quindi per sabato 14 marzo alle 18, per la vernice inaugurale dentro ai Chiostri.

La seconda sezione, “Resistenza e Arte: Eredità e Contemporaneità di fotografia“, si trasferisce a Correggio, al museo Il Correggio dentro a Palazzo dei Principi, in un simbolico passaggio di testimone, visto che il taglio del nastro si terrà il 24 aprile alle 17, giusto a ridosso del giorno della Liberazione. E della chiusura di „Pittura partigiana“. Per poi proseguire sino al 25 maggio.

Questa mostra è incentrata su lavori di artisti contemporanei di spessore internazionale, e su come hanno narrato la resistenza. Fra loro Omar Galliani, che per l’occasione ha realizzato un’opera inedita, „Nuove anatomie“, usata come simbolo dell’intero progetto.

Anche in questo caso l’esposizione sarà a ingresso gratuito, aperta al mercoledì e al sabato dalle 15.30 alle 18.30, alla domenica e nei giorni festivi dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30.

Per informazioni, scrivere a artresistanceshoah@gmail.com e visitare la pagina Facebook https://www.facebook.com/ARS.Art.Resistance.Shoah